lookism visual novembre - LOOKISM [2022] - LA RECENSIONE 1
LOOKISM [2022] – LA RECENSIONE

Appena terminato di guardare la nuova serie sud-coreana, le emozioni che invadono la mia testa sono innumerevoli. Lookism è il titolo del manga coreano che prende il nome direttamente dal termine lookismo che descrive il pregiudizio e la discriminazione basata esclusivamente sull’aspetto fisico.

Da sempre il bullismo e la lotta contro le discriminazioni sono temi forti e sempre attuali, a causa (purtroppo) di episodi sempre più frequenti che spesso sfociano in eventi di natura drammatica e/o violenta.

Lookism, com’è nata la serie animata

Lookism è un webtoon sudcoreanoscritto e illustrato dal modello Park Tae-joon. Pubblicato per la prima volta nel novembre 2014, il fumetto racconta la storia di uno studente delle superiori che può passare da un corpo all’altro: uno grasso e basso e l’altro in forma alto dall’incredibile bellezza.  

L’adattamento della serie animata coreana a cura di Studio Mir è stato rilasciato a livello globale su Netflix (che ancora una volta punta forte su una serie anime) l’8 dicembre 2022 con un totale di 8 episodi da 25 minuti circa.

92846784672348 - LOOKISM [2022] - LA RECENSIONE 2

Lookism, una storia di bullismo, pregiudizi e di coraggio

La storia ruota intorno a Park Hyung Suk, un ragazzo che vive con la madre che si impegna a fatica per guadagnare abbastanza da permettere al figlio di poter studiare. Park è un ragazzo bassino e in sovrappeso nonché insicuro e debole a causa dei continui sfottò e degli episodi di bullismo di cui è vittima.

lookism pv - LOOKISM [2022] - LA RECENSIONE 3

Tutto per lui cambia quando dopo aver cambiato quartiere e scuola, scopre di poter “utilizzare” un altro corpo che è invece alto, in forma e dall’aspetto piacente.

Con queste premesse, lo show mette in risalto le diverse reazioni che le persone hanno in base all’aspetto fisico di chi vi si trova davanti e pone una questione allo spettatore:

“Quanto valorizzi te stesso? Quanto vale l’essere interiore rispetto a come si appare all’esterno?”

L’anime (che risulta molto scorrevole), mette in contrasto la bellezza dei colori sullo sfondo, le grandi marche di moda, i voluminosi capelli delle ragazze e i muscoli dei latin-lover della scuola con la cruda violenza che subiscono i bullizzati.

I personaggi sono caratterizzati in maniera soddisfacente, al netto di qualche personaggio secondario di cui si conosce poco o nulla del loro background, probabilmente voluto in vista di una possibile seconda stagione. Anche alcuni misteri della storia al termine della visione restano irrisolti come ad esempio i talenti di cui il protagonista è dotato, e come siano riusciti alcuni personaggi ad essere abilissimi e fortissimi lottatori i quali donano dinamicità alla storia, oltre a regalare sequenze avvincenti che smorzano un po’ il tono drammatico della storia.

ti e piaciuto lookism ecco 7 adattamenti webtoon da non perdere - LOOKISM [2022] - LA RECENSIONE 4

Lookism è una serie che riesce a mescolare temi importanti con momenti di divertimento, arte e un po’ di action in perfetto stile orientale. I disegni che riprendono fedelmente il fumetto originale e le caratteristiche maniacali dei webtoon si prestano degnamente alla causa riuscendo a trasmettere allo spettatore ogni aspetto che l’autore della storia vuole raccontare.

Una storia che vuole sensibilizzare le persone alla lotta al bullismo, ad imparare a giudicare le persone per cosa hanno dentro e cosa vogliono dire e non dal capo firmato, dal capello alla moda o dal fisico scolpito. Un anime che trasmette la disperazione del protagonista (e non solo) che non riesce ad imporsi in una società sempre più famelica e pregiudicante , ma che (per fortuna) a volte riesce ad essere sopraffatta dal coraggio e dalla voglia di molti di prendersi ciò che gli spetta.

Il prodotto del distributore californiano è in linea generale un buon adattamento, originale e accattivante che mi sento di consigliare anche a chi non è avvezzo al genere sfruttando l’elemento easy binge watching grazie al suo esiguo numero episodi risulta ulteriormente fruibile. Numero di episodi che forse se fossero stati un tantino di più avrebbero potuto regalare approfondimenti interessanti.

image 2 - LOOKISM [2022] - LA RECENSIONE 5
mine fujiko no uso wallpaper locandina - Lupin the IIIrd - La bugia di Mine Fujiko 6
Lupin the IIIrd – La bugia di Mine Fujiko
lupin iii bugia mine fujiko v2 42013 320x450 1 - Lupin the IIIrd - La bugia di Mine Fujiko 7

locandina del film

Titolo originale Lupin the IIIrd – La bugia di Fujiko Mine
Paese Giappone
Anno 2019
Durata58 min
Genere animazione
Lingua originale giapponese
Regia Takeshi_Koike
SceneggiaturaYūya Takahashi
ProduttoreYū Kiyozono
Casa di produzioneTMS Entertainment
MusicheJames Shimoji
Character designTakeshi Koike
AnimatoriTakeshi Koike

Una Fujiko inedita …

Lupin The Third – La bugia di Mine Fujiko è il terzo film del manga diretto da Takeshi Koike con protagonista Fujiko ed è posto cronologicamente dopo Lupin III – La lapide di Jigen Daisuke (2014)Lupin the IIIrd – Ishikawa Goemon getto di sangue (2017) . Tutti e tre i capitoli riprendono lo stile della serie del 2012 Lupin the Third – La donna chiamata Fujiko Mine.

Lo charme: un modo di ottenere come risposta un sì senza aver formulato nessuna chiara domanda.

(Albert Camus)

Fujiko

La trama

Dopo il furto di una cospicua somma di denaro dal conto della Godfrey Mining, Fujiko dovrà scappare dal loro killer Bincam insieme al piccolo Gene, il figlio della persona che ha rubato i soldi, il quale è l’unico che conosce come recuperarli.
Ma Bincam non è un nemico qualunque : Egli possiede misteriosi poteri. Fuggire non sarà semplice,nonostante Lupin e Jigen si uniranno alla donna in una sfida all’ultimo sangue.

Il lungometraggio di casa TMS Entertainment ci mostra Fujiko in “versione mamma” la quale deve proteggere il piccolo Gene , in pericolo e ricercato dal sicario Bincam che lavora per la grande multinazionale Godfrey Mining.

La trama è lineare , semplice e prevedibile come gli autori della serie ci hanno abituati. Ma nonostante questo è un lungometraggio che traccia una storia più seria e dai tratti più adulti, rendendolo godibile grazie anche ad una buona regia.

Buona anche la sceneggiatura con dialoghi maturi, un montaggio come sempre di grande fattura con scene di combattimento e sequenze in movimento riuscite (ma del resto di cosa parliamo , il Giappone è pioniere del settore).

stempel eilt eilig dringend sehr schnell asap label siegel icon banner moglich dringlichkeit bearbeiten bearbeitung termin 173318013 - Lupin the IIIrd - La bugia di Mine Fujiko 8

Fujiko madre per amore di un figlio o per amore del denaro?

Fujiko
Fujiko con Gene in una scena del film

Nelle sequenze iniziali il regista ci mostra una Fujiko inedita in versione mamma che si prende cura di Gene il figlio dell’autore del furto e apparentemente amante della donna. Come in ogni sua apparizione anche qui Fujiko non è chiara nelle sue intenzioni lasciando il dubbio allo spettatore sull’autenticità dell’amore materno che nutre per il piccolo.

La mia personale lettura in tal senso è che Fujiko è realmente affezionata al piccolo Gene, ma non rinuncerebbe mai alla sua vita dettata dal lusso,la passione per il denaro e il brivido dell’avventura. Per tale motivo la donna non sceglie di abbandonare tutto per lui. Questo ovviamente potrebbe essere anche una furba scelta degli autori per non porre fine alla storia di un personaggio che mai potrebbe mancare in una avventura di Lupin.

Fujiko_Mine - Bincam
Bincam in una scena del film durante l’utilizzo dei suoi misteriosi poteri.

Chi è Bincam

Bincam è il villain del film , un uomo che viene sfruttato come Killer dalla Godfrey Mining per risolvere scomode faccende. La sua particolarità è il suo misterioso potere che lo rendono invincibile e in grado di soggiogare chiunque lui voglia con l’uso di una sostanza particolare che sprigiona dopo aver ingerito delle particolari spore. Nonostante sia così pericoloso (e privo di umanità) inspiegabilmente è sotto il controllo della multinazionale e i motivi non vengono mai esplicitati nel film.

Bincam è un villain ben caratterizzato, ed è un vero peccato che all’interno della trama non sia stato sfruttato a pieno. Il mio auspicio è che in futuro possa essere utilizzato meglio approfondendo la sua storia in un ulteriore film.

La violenza della donna è nel suo fascino.
(Jean-Jacques Rousseau)

Fujiko

Il fascino come arma …

Da sempre il personaggio di Fujiko è amato dai fan della serie, e anche chi non ha mai visto un solo episodio dei ladri più famosi del mondo conosce la bellezza dell’amore mancato di Lupin.

In questo lungometraggio Koike vuole mettere in risalto tutte le armi letali che la donna può sfruttare a proprio favore in situazioni di pericolo e ci riesce bene dando un pizzico di romanticismo e di fascino alla storia. “La violenza della donna è il fascino” e infatti Fujiko sfrutta il suo fascino e la sua bellezza per sfuggire dalla morte certa per mano di Bincam.

Allo stesso tempo Fujiko vede nel villain l’umanità che lui stesso crede di non avere :

Guarirò il tuo cuore arido (Fujiko Mine)

Con queste parole Fujiko dona la pace a Bincam dopo avergli fatto sentire le emozioni dell’amore e della passione che un uomo può provare dinanzi ad una donna dimostrando l’umanità che si cela dietro il volto diabolico del villain.

Fujiko e Bincam
Fujiko mostra a Bincam le sue debolezze

Commento finale

Lupin the IIIrd – La bugia di Mine Fujiko riesce a portare in alto un franchise completamente rinnovato con disegni moderni e più reali e con dialoghi,tematiche e scene adulte e più serie lontane dal lato comico a cui ci aveva abituati. La colonna sonora è un evergreen che non poteva mancare, mentre la direzione del doppiaggio è perfetta che a sua volta mantiene le voci storiche.

Fujiko e Lupin

“Tu riesci a far ballare noi uomini come vuoi ,sopra un palco scenico di nome “Mine Fujiko”

~ 𝑳𝒖𝒑𝒊𝒏 𝑻𝒉𝒆 𝑰𝑰𝑰𝑹𝑫

IL NOSTRO VOTO 3 - Lupin the IIIrd - La bugia di Mine Fujiko 9